fbpx

È il primo grande colpo targato Sampdoria Futsal, con cui il presidente Fortuna dà il via al progetto di rafforzamento della squadra per la stagione 2021/2022: un grandissimo benvenuto a Matej Fidersek, stella slovena, appena arrivato in blucerchiato!

Buongiorno Matej e benvenuto: iniziamo questa chiacchierata con una breve presentazione. Raccontaci un po’ di te? Come arrivi al futsal?
Buongiorno a te e a tutti i tifosi e grazie per l’accoglienza!
Ho giocato a calcio dai 5 anni in poi, per 15 anni ininterrottamente, nel Maribor, poi, arrivato a 20 anni, ho deciso di provare qualcosa di diverso e ho cominciato a giocare a Futsal. Da lì la mia carriera si è divisa tra Slovenia e Croazia.

In campo? Che tipo di giocatore sei?

Sono un laterale con la consapevolezza di avere abbastanza qualità sia per saltare l’uomo che per cercare l’assist per i compagni. E diciamo che non mi dispiace nemmeno tirare in porta

Se dovessi chiederti un giocatore che ti ha ispirato particolarmente?
Ti direi Alex Merlim, il suo stile di gioco è esattamente ciò che mi piace e ciò a cui mi ispiro

Perché hai scelto la Sampdoria? Cosa ti ha convinto?
Non nascondo che diverse squadre italiane mi hanno cercato, ma ho scelto la Samp per il progetto che la società mi ha presentato. In più Denis (Totoskovic ndr) mi ha raccontato di come il club sia bene organizzato e dell’atmosfera ottima che si respira nello spogliatoio. Per me, aldilà degli aspetti sportivi, questi sono fattori molto importanti.

A proposito di Denis, cosa ci puoi raccontare del vostro rapporto?
Posso dire solo cose buone, ci troviamo a meraviglia in campo e fuori, insieme abbiamo giocato e vinto due campionati e due coppe a Maribor e insieme abbiamo fatto grandi cose anche in Champions league. Lui è un giocatore di grandissima forza fisica e, naturalmente, ogni squadra dovrebbe avere un giocatore come lui nel roster.

Ultima domanda: conosci già Genova?
No, non la conosco ancora, ma Denis mi ha detto che è una città molto bella: non vedo l’ora di vederla con i miei occhi!

A presto Matej, non vediamo l’ora di vederti in Italia!