fbpx

Per la serie non c’è due senza tre, è la volta di Victor Lahaye, terzo acquisto della stagione in arrivo per il team blucerchiato: stavolta la Samp si assicura le prestazioni di un laterale offensivo transalpino di grande prospettiva. Lo abbiamo sentito per conoscerlo meglio.

Ciao Victor e benvenuto. Per prima cosa vorrei che ti presentassi ai nostri tifosi, ci racconti qualcosa della tua carriera?
Mi chiamo Victor Lahaye, ho 23 anni e ho cominciato il calcio a 5 in una piccola società della mia città, a 17  anni. Sono subito stato inserito in una selezione nazionale con l’under 18 quindi ho lasciato definitivamente il calcio a 11. La stagione dopo sono andato in seconda divisione a PONT DE CLAIX FUTSAL e da lì sono arrivato a Fossano, dove ho fatto 3 anni con l’Elledì in serie B. A livello nazionale ho 10 convocazioni con l’under 19 e una preselezione con la nazionale A.

Poi però sei tornato in Francia nell’ultima stagione, giusto?
Sì, quest’ultimo anno con il covid sono tornato in Francia al GOAL FUTSAL

Che differenza c’è tra il futsal italiano e quello francese?
Guarda, innanzitutto voglio dire che sono davvero felice di poter tornare in Italia: qui si gioca un futsal più tattico rispetto alla Francia, con delle società più strutturate.

Com’è nato l’accordo con la società, sapevi già che saremmo diventati Sampdoria?
Sono venuto a fare una settimana a Campo Ligure quindi ho conosciuto un po’ la squadra e ho iniziato a sentir parlare del cambio di denominazione allora
È un grande onore giocare con una maglia così piena di storia, sarà un motivo per dare sempre il mio 200% alla squadra!