La CDM va a caccia di punti playoff ma trova sulla propria strada un Alto Vicentino ancora tenacemente aggrappato al sogno salvezza. I primi minuti non tradiscono le aspettative e vedono la squadra di casa portare i primi pericoli, con gli ospiti ad affidarsi alla tattica del portiere di movimento fin dall’inizio, creando non pochi grattacapi alla difesa genovese. Il primo acuto arriva dopo un minuto e mezzo con Boaventura che inventa un assist con scavetto per Ortisi, il capitano va sul fondo e mette in mezzo per Avellano ma il tiro del GoldenBoy viene murato da Giorgi. Al 3.30 l’Alto Vicentino fa tremare tutto il palazzetto di Campo Ligure: Pedrinho vede Politano un po’ troppo fuori dai pali e, dalla propria metà campo, lascia partire un fendente col destro che si stampa sulla traversa.

Per sbloccare il punteggio bisogna arrivare al 9’ quando Ramon pesca una giocata delle sue e, con la punta, ruba il tempo a tutti, battendo Ninic con un rasoterra velenoso che s’infila all’angolino per l’1-0 CDM. Il vantaggio però non cambia l’abbrivio del match: l’Alto Vicentino continua a provare con l’uomo in più e per poco Foti non lo punisce. Il suo tiro però finisce alto di un soffio, con la porta sguarnita. Al 14’ la squadra di Caretta si rifà vedere in avanti, con Giorgi che scappa tutto solo verso la porta. Politano esce benissimo e con la manona devia in angolo. Un minuto dopo ci riprova Boaventura, due volte, prima col destro e poi, sulla ribattuta di Ninic, anche con sinistro. Ma la palla scheggia la traversa e si perde sul fondo.

Il raddoppio però è solo rinviato perché al 17’ si apre la “Discoteca del Gallo”: tiro secco di Ramon, la palla si stampa sul palo, Ortisi è più lesto di tutti e da due passi mette dentro il 2-0. Passano appena 30 secondi e il capitano della CDM concede il bis. Alto Vicentino ancora con la porta sguarnita, Politano rinvia per Boaventura, che addomestica col petto e serve in mezzo Ortisi, tocco col mancino e siamo sul 3-0. La festa del capitano della CDM però non è ancora finita. A 18.43 Fabinho riceve palla sul fondo, a sinistra e serve nuovamente Ortisi che finta il tiro, manda al bar un avversario e infila la porta sguarnita e manda le squadre negli spogliatoi sul 4-0.

Nella ripresa, la CDM sfoggia un’invidiabile linea green, mettendo in campo sia Ricci che Zanello, rispettivamente classe 2004 e 2005. La prima azione capita proprio sui piedi di Ricci che col mancino costringe Ninic alla parata in angolo. Dal corner, Boaventura pesca perfettamente Fabinho che di volée spacca l’incrocio dei pali con un missile terra-aria. Al 10’ Ortisi ruba palla a centrocampo a Pedrinho, la porta è ancora spalancata e il poker del capitano CDM è quasi una formalità per il 5-0 dei padroni di casa.

L’Alto Vicentino però non demorde e replica subito con Giorgi, che quasi da fondo campo pesca la carambola che vale il 5-1. Pedrinho dopo poco segna ancora per i suoi e si va sul 5-2. Al 13’ El Mannouni si fa pressare sulla linea di porta da Ortisi, Ninic prova a sbrogliare ma raccoglie la palla con le mani senza che il capitano CDM l’abbia toccata e quindi l’arbitro assegna la punizione dal limite, che Boaventura trasforma in oro sul tocco di Ramon, piazzandola proprio sotto l’incrocio.

Il settebello lo cala lo stesso Ramon, al 15’: anche stavolta l’Alto Vicentino si fa trovare con la porta sguarnita e per il numero 6 è facile facile insaccare con il solo Pedrinho a difendere. E siamo sul 7-2. Gli ultimi 3 minuti sono però terreno di caccia per il giovanissimo Francesco Ricci, che al 17’ si vede respingere l’ennesimo tiro da Ninic, la palla carambola sui piedi di Fabinho che la “suola” ancora per Ricci. Destro di prima intenzione ed ecco confezionato il primo goal con la maglia della prima squadra. Una gioia incontenibile, festeggiata con le braccia larghe in segno di liberazione. Una volta rotto il ghiaccio, il secondo e il terzo goal arrivano in appena un minuto. Ma se il primo era arrivato grazie all’assist di Fabinho, questi altri due sono invece tutti farina del suo sacco. Prima ruba palla a centrocampo a Giorgi e s’invola verso la porta vuota per il 9-2, poi va in pressione su Fabiano e tocca il pallone quel tanto che basta per farlo carambolare in rete. Tripletta per lui e 10-2 per la CDM, che così confeziona la serata perfetta e scavalca in classifica l’Elledì, ferma per il turno di riposo.

 

 

 

Ecco il tabellino del match:

CDM FUTSAL: Parodi, Foti, Ortisi, Ramon, Fabinho, Da Silva, Mentasti, Avellano, Ricci, Boaventura, Zanello, Politano. All. De Jesus.

ALTO VICENTINO: Scambi, Fabiano, Berto, Benetti, Greco, Giorgi, Pedrinho, Bacoli, El Mannouni, Vernagli, Ninic. All. Caretta.

ARBITRI: Conti di Ancona e Vallecaro di Salerno – CRONO: Fantino di Savona.

RETI: 9.38 Ramon, 17.37 Ortisi, 18.10 Ortisi, 18.43 Ortisi, 30.52 Ortisi, 31.05 Giorgi, 32.07 Pedrinho, 33.02 Boaventura, 34.57 Ramon, 37.22 Ricci, 38.01 Ricci, 38.22 Ricci.

NOTE: Ammonito 32.11 El Mannouni.