Tutti uniti per vincere la partita più importante. In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, a scendere in campo è l’intera società CDM Futsal, giocatori, giocatrici e dirigenti, insieme per dire basta alle aggressioni e a una scia di morte che dev’essere fermata. Tutti in posa, oggi a Campo Ligure come ai Giardini Luzzati, con sul viso il “baffo rosso” divenuto ormai il simbolo di questa importante battaglia di civiltà e di rispetto della vita umana. Uomini e donne, ragazzi e ragazze, bambini e bambine: perché l’unico modo per battere quest’avversario è farlo tutti insieme, senza distinzione di sesso o d’età.

“Abbiamo scelto di farci sentire – commenta il presidente della CDM Futsal Matteo Fortuna – perché riteniamo che questa sia una battaglia che vogliamo vincere. Il nostro è un gesto simbolico, che purtroppo non potrà risarcire le tante, troppe donne che ogni giorno subiscono violenza o che addirittura perdono la vita, ma crediamo che sia doveroso diffondere il messaggio e, più in generale, una cultura dell’inclusività e del rispetto che deve essere alla base del nostro vivere quotidiano”.

Per l’occasione, anche tutte le pagine social della CDM Futsal si coloreranno di rosso per testimoniare l’adesione della società alla campagna lanciata per questa giornata.

“I recenti fatti di cronaca – afferma il capitano della CDM Andrea Ortisi – devono spingerci ad una riflessione su quanto non sia più rinviabile una presa di posizione netta sul tema della violenza sulle donne. Anche perché al di là degli episodi che tragicamente prendono le prime pagine dei giornali, sono anche tantissimi i casi di aggressioni o di comportamenti violenti che magari restano confinati fra le mura domestiche o quelle dei posti di lavoro. E noi, come sportivi, sappiamo quanto possa essere importante la visibilità che possiamo offrire a queste battaglie”.

Battaglie che passano anche dallo sport, veicolando messaggi di sempre crescente inclusività e promuovendo una reale parità di genere. Ed è proprio con questi obiettivi che la società CDM Futsal, attraverso il progetto CDM Lab (Le Azioni Buone), in collaborazione con i Giardini Luzzati ha creduto fortemente nella creazione della CDM Luzzati Fc, squadra femminile di calcio a 5 che partecipa al campionato Aics.

“Ogni volta che una donna lotta per sé stessa, lotta per tutte le donne – aggiunge Paola Escobar Berrios, capitano della CDM Luzzati FC – Noi cerchiamo proprio di portare avanti valori per i quali il rispetto è indispensabile e imprescindibile per far crescere una società giusta. In questo, lo sport può essere un elemento fondamentale per la formazione e lo sviluppo di menti evolute. Nel nostro progetto calcistico vogliamo dare il giusto spazio a questi valori: noi ci alleniamo sul campo che porta il nome dello scrittore Edoardo Galeano, il quale rivedeva proprio nel calcio l’espressività e la cultura profonda di una comunità“.