Fine d’anno amara e con tante polemiche arbitrali per la CDM Futsal che, nell’ultima del 2023 nonché del girone d’andata, devono cedere il passo al Lecco che s’impone per 4-1. Il primo brivido lo confezionano i padroni di casa con la discesa sulla fascia sinistra di Boaventura e il tiro che si spegne alto non di molto. La risposta degli ospiti arriva immediatamente con Guina che si libera al tiro ma Siqueira è attento e neutralizza accartocciandosi sul pallone.

La prima vera occasione da rete, però, capita sui piedi di Hartingh che fugge tutto solo verso Siqueira ma il portierone CDM non si lascia superare, dando anzi subito il via al contropiede dei suoi, con Foti anticipato di un soffio da Gattarelli proprio al momento del tiro. La partita è decisamente spezzettata, con alcune decisioni arbitrali non proprio condivise dai padroni di casa che dopo solo 8’ si ritrovano già caricati di 5 falli, mentre il Lecco è ancora a zero infrazioni. Anzi, il primo fallo fischiato alla formazione lombarda arriva al 13’, con l’atterramento a centrocampo di Ramon.

Al 14’ la CDM va vicinissima al vantaggio: triangolo stretto Fabinho-Ortisi e conclusione di piatto del capitano che però non inquadra la porta, mettendo a lato da posizione favorevole. Al 15’ ci prova anche Mentasti che, dalla distanza, tenta di dare un dispiacere ai suoi ex compagni di squadra. La palla però termina alta sulla traversa. Il Lecco torna a farsi vedere con una pericolosa incursione di Mattaboni che supera la guardia di Foti ma trova sulla sua strada Siqueira in uscita e deve accontentarsi dell’angolo. Il Lecco però trova poco dopo il vantaggio: triangolo stretto che manda al tiro Guina, Siqueira stavolta non può nulla e la palla s’infila in diagonale all’angolino.

La CDM prova subito a replicare con la botta dalla distanza di Boaventura ma Gattarelli  è attentissimo. Le squadre si allungano molto e a cavallo del 16’ succede di tutto: prima il contropiede della CDM che sfuma per un errore di Avellano proprio sull’ultimo passaggio, poi il break del Lecco addirittura 3vs1 sventato dalla doppia parata di Siqueira, infine è lo stesso portiere di casa ad autolanciarsi in contropiede, servendo Ortisi sulla destra, cross a mezz’altezza sul quale è ancora Siqueira a intervenire. Colpo di testa da due passi e palla in rete. Seconda rete stagionale per lui ma soprattutto CDM che si riporta in parità prima di tornare negli spogliatoi.

Nella ripresa, il primo pericolo lo crea il Lecco con la girata di Kullani che sfila non di molto a lato del palo alla destra di Siqueira. I lombardi tornano in vantaggio qualche secondo dopo, con il taglio di Mattaboni non seguito a dovere dalla difesa della CDM, Guina dall’angolo lo vede e lo serve, per un tap-in facile facile da due passi. La CDM Fatica un po’ ad assorbire il colpo e la prima vera risposta arriva solo al 7’ con Mentasti che prova a ribadire in rete una corta respinta di Gattarelli ma trova solo l’esterno della rete. La gara però rischia di farsi nervosa e a farne le spese è proprio l’ex Lecco che finisce a terra dopo un contrasto con Guina. Il gomito del bluceleste è stranamente alto ma il secondo arbitro vede solo un colpo col petto. I nervi restano tesi, tanto che al 9’ arriva il secondo giallo per Ramon, che viene espulso. Ormai però è una girandola di situazioni paradossali: con la CDM ancora in inferiorità numerica, Siqueira lancia lungo con le mani, Gattarelli esce coi pugni ma colpisce la palla fuori dalla propria area. I due arbitri all’inizio non vedono nulla poi, dopo una manciata di secondi di indecisione, estraggono il rosso per il portiere del Lecco, ristabilendo subito la parità numerica in campo. Per i prossimi due minuti, si giocherà 4 contro 4.

Ma ormai la partita è più simile a una corrida, tanto che finisce anzitempo anche la gara di Kullani, espulso al 9.55 con il Lecco che mete sul tabellone il suo sesto fallo di squadra, mandando Boaventura al tiro libero. Il colpo del numero 70 però viene respinto da Di Tomaso e sul proseguimento dell’azione Foti centra il palo alla destra del portiere del Lecco, che ora deve difendere con due soli giocatori di movimento.

Al 12.15 un altro fallo dei lombardi manda al tiro libero Foti ma anche stavolta la porta del Lecco resta sbarrata, anche sulla ribattuta di Ortisi che termina alta. Intanto, terminate tutte le penalità, si torna a giocare 5 contro 5. A 6’ dalla sirena, però, arriva anche l’espulsione di Foti. Pur in inferiorità, i genovesi pressano alto gli avversari e vanno vicini alla rete con la girata di Boaventura che termina sul fondo di un soffio ma al 16’ è il Lecco a passare con Rivella.

L’assalto finale con il portiere di movimento non porta i frutti sperati ed è anzi la compagine lombarda ad aumentare il proprio bottino con Ferri che, a fil di sirena, insacca la rete del 4-1 finale.

Si chiude così con una sconfitta il 2023 della CDM, che gira la boa di metà campionato al quinto posto, scavalcata dalla Leonardo proprio al fotofinish ma comunque in piena bagarre, nel bel mezzo del gruppone delle inseguitrici (se così possiamo dire) della capolista Petrarca, che naviga solitaria verso la Serie A, con un distacco eloquente sulle avversarie. Sette vittorie, due pareggi e tre sconfitte il ruolino di marcia dei genovesi in questa prima metà di campionato, con 42 reti segnate ed appena 26 subite. Quella della CDM è la miglior difesa del girone A. In tutta la Serie A2 Elite ha fatto meglio solo la Roma C5 con i suoi 23 goal subiti.

Ma questi sono solo i numeri a metà del cammino, perché c’è tutto un girone di ritorno da vivere, a cominciare dalla trasferta in casa del Saints Pagnano che, per gli atti ufficiali, sarà però una partita casalinga, vista l’inversione di campo effettuata all’andata. Come se non bastasse il valore degli avversari, contro il Saints mancheranno Foti e Ramon, oggi entrambi espulsi.

Rivedibile, a dire poco, la direzione di gara: i signori Prisco a Buonocore mettono a referto una prestazione confusionaria e incerta, sventolando cartellini spesso poco comprensibili e mancando invece quando le decisioni sembrano più semplici, come nel caso dell’uscita con le mani fuori dall’area da parte di Gattarelli. E se non fosse stato per un “ravvedimento operoso” propiziato – diciamo così – dal cronometrista, la loro prestazione sarebbe stata ancora peggiore. Alla fine, beninteso, la vittoria è andata alla squadra che più l’ha meritata ma risulta sempre complicato spiegare il perché si debba arrivare a innervosire una partita che stava scorrendo via senza problemi. Ma non pensiamoci troppo: anno nuovo… arbitraggi nuovi? Speriamo!

 

Ecco il tabellino del match:

CDM FUTSAL: Siqueira, Foti, Ortisi, Ramon, Fabinho, Mentasti, Lombardo, Avellano, Ricci, Traverso, Boaventura, Parodi. All. Alemao.

LECCO: Valdes, Hartingh, Di Tomaso, Guina, Moratelli, Panzeri, Ferri, Mattaboni, Espindola, Rivella, Gattarelli, Kullani.

ARBITRI: Prisco di Lecce e Buonocore di Castellammare di Stabia – CRONO: Fantino di Savona.

RETI: 15.37 Guina, 16.44 Siqueira, 22.03 Mattaboni, 16.21 Rivella, 19.54 Ferri.

NOTE: Espulsi Ramon al 10.07, Gattarelli al 10.15, Kullani al 10.40, Foti al 15.15.