Ammettiamolo, alla fine anche noi abbiamo esaurito gli aggettivi per descriverlo! E allora, lo chiameremo solo “Capitano” ma con la C maiuscola. Perché le storie, quelle belle, quelle pulite, quelle che ci raccontano il bello di questo sport la maiuscola se la meritano proprio. Ma soprattutto perché Andrea Ortisi se la merita proprio la SUA maiuscola. Perché dietro a quel suo nasino… insomma, diciamocelo… non proprio alla francese, tutti noi in questi anni abbiamo scoperto un uomo vero, un professionista come pochissimi, ma anche un ragazzo che con la nostra maglia ha trovato qui la sua seconda casa, in questa Genova così distante e così diversa dalla sua bella Sicilia, diventando presto una certezza, in campo e dentro lo spogliatoio.

Contro l’Elledì Andrea ha segnato prima il goal numero 99, poi ha sentito il suo urlo di gioia strozzato in gola quando a inizio secondo tempo il suo pallonetto su è stampato sulla traversa. Ma poco dopo eccolo il goal numero 100, quello che aspettava, quello che sognava. E poi la gioia, la corsa a perdifiato per finire inginocchiato con la testa inebriata di pensieri e (ci scommettiamo!) di splendidi ricordi. E chissà che nella mente non gli sia passato qualcuna delle altre 99 perle. Non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che, da oggi, per noi, lui sarà sempre Mister100.

“E’ un traguardo bellissimo – racconta lui stesso, emozionato come non l’abbiamo mai visto prima – Sono sei anni e mezzo che sono qui con questa maglia, non so nemmeno più quante presenze ma è meraviglioso sapere di aver dato un contributo con i miei goal, sia nei momenti di gioia che in quelli di difficoltà. La doppietta di oggi mi ha permesso di tagliare questo fantastico traguardo e ne sono felicissimo, ma anche oggi la cosa più importante è la vittoria della squadra, che serviva tantissimo visto che venivamo da un momento particolare dal punto di vista dei risultati. Diciamo che sono stati una bellissima ciliegina sulla torta”.

E allora, che dire? Grazie Andrea e altri… 100 di questi goal!