L’ANNO DEL “LOCO”: 4 CHIACCHIERE CON RAFFAELE LO CONTE

Il 4 sembra essere il numero fortunato per Raffaele Lo Conte che, alla quarta stagione nel roster del presidente Fortuna, ha conquistato il ruolo di titolare nella squadra blucerchiata: quale migliore occasione della fine dell’anno per fare il punto con “l’Acchiappasogni” blucerchiato su una stagione che era iniziata con qualche interrogativo?
“Beh, ad inizio stagione sono tornato e sapevo che ci sarebbe stata grande concorrenza: Diego (Moretti ndr) era arrivato per portare qui la sua esperienza ma io ero pronto a giocarmi le mie carte mettendoci, come sempre, tutto l’impegno possibile. L’occasione è arrivata e io avevo in testa solo l’obiettivo di farmi trovare pronto: al di là di qualche occasione particolare, credo comunque che la mia stagione sia stata positiva finora, mi sento bene e so che il lavoro fatto sul campo alla fine ripaga sempre”.
Una stagione positiva per la Sampdoria, seconda in classifica dietro la capolista Verona. “Credo che finora, aldilà di qualche partita, abbiamo fatto bene. Siamo secondi ma non dobbiamo vivere la seconda parte del campionato con l’assillo del dover riprendere la capolista: abbiamo dimostrato di potercela giocare con chiunque quando stiamo bene”.
La squadra, paradossalmente, ha avuto qualche momento di pausa contro squadre di media classifica, come Villorba, Fenice o Altamarca, mentre è andata alla grandissima contro tutte le migliori. “Come spesso dice il mister, non è facile giocare contro squadre che vengono qui a chiudersi e provano a sfruttare qualche occasione per ribaltare l’azione. Noi abbiamo dato il meglio quando l’avversario gioca a viso aperto, in questo sicuramente dobbiamo migliorare. Ma tante volte le partite girano anche per qualche episodio, soprattutto quando, come dicevo, magari non riesci a rompere l’equilibrio”.
“Il prosieguo del campionato? Stiamo tranquilli, testa sul campo e, come dicevo, viviamo alla giornata.”