Una Sampdoria magari meno spumeggiante rispetto ad altre uscite ma quella contro Milano è un’altra conferma della coesione di questo gruppo che cresce giornata dopo giornata. Anche quando la prestazione messa in campo non è la migliore della stagione. “Sono contento perché queste partite non sempre riesci a portarle a casa. Voglio fare i complimenti a mister Sau perché è venuto qui con una formazione priva di un paio di giocatori importanti e ha giocato un’ottima partita, rischiando anche di portar via qualche punto. Noi siamo felici perché come dicevo queste partite significano sempre qualcosa di importante, che la squadra anche se non nella migliore giornata ha la voglia di portare a casa la vittoria. Questi tre punti sono importanti tanto quanto quelli di Verona. Siamo riusciti poi a gestire anche alcune situazioni non comode per noi, però poi alla fine l’organizzazione contro il portiere di movimento e la volontà dei ragazzi hanno fatto la differenza. Stasera sono contento, magari non della prestazione ma della volontà e del carattere dei ragazzi“.

In settimana mister Cipolla era stato chiarissimo: “Vincerà chi saprà difendere meglio” e così è stato. “Sappiamo che abbiamo un modo di lavorare che gira tanto intorno alla fase di non possesso. Oggi abbiamo preso un goal su una situazione sulla quale dovremo lavorare, ma abbiamo difeso bene per tutta la partita. Loro hanno utilizzato il portiere di movimento un po’ in maniera conservativa nella prima parte, un po’ più aggressiva nella seconda parte ma a parte un’occasione alla fine sulla quale i ragazzi si sono gettati tutti e 4 sulla palla, abbiamo controllato abbastanza bene la situazione di 5vs4 portando a casa tre punti preziosi per noi”.