Esperienza internazionale da vendere e intensità di gioco. Sono queste le caratteristiche principali di Vitor Renoldi, una delle nuove frecce all’arco della Sampdoria Futsal e di mister Francesco Cipolla per l’assalto al prossimo campionato di Serie A2. “Nella mia ultima esperienza al Braga ho potuto giocare ad alti livelli, contro grandi campioni – racconta lo stesso Renoldi – In questi ultimi anni il Portogallo ha vinto tutto, Mondiale ed Europeo, e quello che vorrei portare è un’intensità di gioco altissima e uno stile di gioco offensivo, cercando sempre la porta. Io in questo momento mi sento ancora al 70-75% visto che siamo solo alla terza settimana di preparazione. manca ancora del tempo prima di iniziare il campionato e sono convinto che, per quella data, riuscirò ad essere al top della condizione”.

Il mister fin dall’inizio mi ha lasciato abbastanza libero di esprimere il mio gioco, soprattutto quando prendo la palla sulla fascia, nella metà campo avversaria, per cercare la porta con insistenza. Poi chiaramente in fase difensiva sono un operaio come tutti gli altri. Dobbiamo tutti spingere al massimo per cercare di non prendere goal”.

Proprio la fase difensiva sarà messa a dura prova sabato 10 settembre nel triangolare contro Lecco e Italservice Pesaro: difendersi dagli assalti dei campionissimi di Fulvio Colini sarà importante ma forse ancora più importante sarà la sfida contro i padroni di casa, quel Lecco con cui la Sampdoria Futsal si ritroverà a navigare anche in campionato. “Saranno due gare interessanti entrambe da giocare – conclude Renoldi – ma secondo me, in questo momento della stagione, dobbiamo pensare solo a noi, a quello che stiamo costruendo e che dobbiamo fare. Non dobbiamo pensare agli avversari e tanto meno al risultato. Chiaramente vogliamo e dobbiamo abituarci a provare a vincere sempre ma ciò che è davvero importante è fare quello che ci chiede il mister nel miglior modo possibile per arrivare pronti ai nastri di partenza del campionato”.